CESARE CREMONINI CIAO

Project Description

Prodotto da Inside Man per Universal Music/Virgin Records Italy

Riprese: Black Magic 6K su Jimmy Jib con sensori di movimento

Tecnologia: virtual set real-time interattivo con la macchina da presa

Soggetto: Cesare Cremonini e Giorgio Squarcia

Sceneggiatura e regia: Paolo Gep Cucco

VFX supervisore e virtual set: Nicola Di Meo

Dop: Angelo Stramaglia

Costumi: Tommaso Lagattolla

Produzione esecutiva D-wok: Lisa Baudino

Il videoclip di “CIAO”, il nuovo singolo di Cesare Cremonini, è il primo esempio in Italia dell’utilizzo di un virtual set in real-time. Si tratta dell’ultima frontiera delle produzioni cinematografiche. La tecnologia utilizzata, realizzata in esclusiva da

D-wok (prima azienda italiana a sviluppare un software di realtà aumentata per virtual set in altissima qualità), permette di creare mondi virtuali utilizzando scene 3D che interagiscono con la macchina da presa. Tutti gli effetti speciali e gli ambienti digitali si modificano in real-time seguendo le inquadrature.

L’idea di Cremonini e Squarcia di un video in assenza di gravità, si è trasformata nel racconto di un “naufragio” nello spazio, dopo un incidente che ha distrutto la stazione orbitante separando per sempre i due protagonisti. Musica e immagini si sono mescolate in una narrazione potente e visionaria: il piano sequenza senza tagli restituisce l’emozione del racconto in cui l’azione nello spazio è immobilizzata nel tempo. Il regista Paolo Gep Cucco (direttore creativo di D-wok), ha potuto dirigere i movimenti della macchina da presa sul set vedendo tutto ciò che succedeva intorno a Cesare, e potendo modificare la scena in tempo reale. Il VFX supervisor Nicola Di Meo agendo sul software era in grado di cambiarela velocità di rotazione della terra, il movimento delle nuvole, la densità dell’atmosfera, la posizione del sole e della luna, così come poteva agire su colori, materiali, movimenti, riflessi, forme, interazioni delle stazioni orbitanti.

Da “Star Wars” al prossimo episodio di “Star Trek”, la tecnologia del virtual set sarà sempre più il futuro del cinema: gli attori reciteranno in un box di schermi led dove le immagini creeranno la scenografia permettendo così di stare dentro l’ambiente come se fosse vero.

Questa versione tutta italiana di virtual set, che deriva dalla tecnologia dei videogame, è un grande vantaggio espressivo e tecnologico, perché permette agli attori ed ai registi di vedere subito gli effetti speciali senza dover aspettare i tempi della post-produzione.

“CIAO” è stato girato negli studi dell’Apulia Film Commission di Bari ed è diventato così un videoclip che apre la porta ad una nuova generazione di video e film che potranno creare mondi 3D controllabili dalla creatività e dalla tecnologia in tempo reale e sempre più simili al vero.